“Francesca” di ReflexStudio
Vote 3.4
Summary rating from 7 user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
Summary 3.4 good

“Francesca” di ReflexStudio

“Lei è Francesca. 
Lei è semplicemente Francesca.
Lei è solo Francesca.
Grazie al mio lavoro, mi trovo a stretto contatto con svariati tipi di persone. Tutte, chi più e chi meno, mi lasciano qualcosa. Poche, mi lasciano molto. Rare invece, sono quelle che mi prendono e mi danno un frammetto di loro. Solitamente mi succede una, massimo due volte, l’anno. Ed è per questo che quando questo accade, ci metto tutto me stesso. 
Il mio lavoro, quello del ritrattista, mi porta a dover scavare più in me che nei soggetti ritratti. 
Il mio lavoro, il ritrattista, mi costringe a guardarmi dentro e capire errori fatti e cercare di porvi rimedio in ogni modo. 
Il mio lavoro, il ritrattista, mi pone al centro di svariate situazioni in cui debbo giostrare le cose, e altre, in cui mi capita di lasciarmi felicemente guidare da una mattinata di chiacchiere – molte – e scatti – pochi – in cui viene fuori questo.
Il mio lavoro, il ritrattista, mi ha concesso di conoscere Francesca. O meglio, di riscoprire la meraviglia di una donna stupenda. 
Fotografo, sostanzialmente perchè non so disegnare. Quindi, l’unico modo che ho di farlo, è quello di usare la luce, piegarla al mio volere e ridisegnare quindi, il soggetto come io lo vedo.Questi pochi scatti, senza make up, senza pose, senza quasi criterio artistico, sono quello che ho iniziato a vedere in Francesca. E così, piano piano, ho “temperato” la matita, in modo da andare a tratteggiare un sorriso dolce, uno guardo buono ed un’anima gentile.
Il mio lavoro, il ritrattista, mi he permesso di conoscere semplicemente Francesca.”
Thomas Lui
© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

© ReflexStudio

CREDITS

ph: ReflexStudio 

Comments

comments

Related posts

“Look at me beyond appearance” by Piztheone

"Look at me beyond appearance" by Piztheone

CREDITS Photographer: piztheone https://www.facebook.com/piztheone https://www.instagram.com/piztheone/ piztheone@gmail.com   Model...

“Teste di Fuoco” di Giada Pasini

"Teste di Fuoco" di Giada Pasini

"La serie di foto nasce da una pura adorazione per il rutilismo ovvero la caratteristica delle persone che hanno i capelli. Noi tutti sappiamo che le persone con tale caratteristica hanno da sempre occupato un posto particolare nella storia proprio per essere state oggetto di ingiustificate...

“Nobody’s home” di Max Marcoccia

"Nobody's home" di Max Marcoccia

CREDITS ph: Massimiliano Marcoccia                 www.maxmarcoccia.com                 www.facebook.com/massimilianomarcoccia                 www.instagram.com/maxmarcoccia/ model: Diana Grigoras MUA: Gianluca Terracina

“Beautiful Morning” di John Oliver (Mattia Corbetta)

"Beautiful Morning" di John Oliver (Mattia Corbetta)

CREDITS ph: John Oliver (Mattia Corbetta) https://johnoliverph.xyz www.facebook.com/johnoliverphotography/ https://www.instagram.com/i_am_john_oliver/ model: Beatrice Anna...

“Insides” by Pierre Leblanc

"Insides" by Pierre Leblanc

Here's an amanzing photo series shot by Pierre Leblanc. It tells about what's in the inside, what we usually don't see , feelings and sensations, fears, pain, passion, risk, anger... But let's just the images talk. "A sharp look on a cracked up society. If the expression « to be driving »...

“Hide&Seek” di Luca Amedei

"Hide&Seek" di Luca Amedei

"Cosa fai prima di uscire allo scoperto, prima di affrontare il mondo e, perché no, te stesso? Noi lo abbiamo raccontato attraverso un viaggio che ci porta in un'atmosfera che fa da repellente per le frivolezze, lasciando spazio ad un caleidoscopio cromatico intimista e sacro, dove la luce...