“Psicostasia” di Marco Tanfi

Perché il cuore sia più leggero di una piuma
Quanto pesa una piuma? Più o meno 2 grammi di impalpabile leggerezza.
Nell’Antico Egitto la psicostasia era il rituale della pesatura dell’anima, la cerimonia che si immagina svolta nell’aldilà per accertare il valore del defunto. Da un lato della bilancia il cuore e dall’altra la pima. Se il cuore è più leggero della piuma l’anima potrà vivere in eterno. Il peso della piuma è quindi la misura del perdono, della clemenza, dell’indulgenza e della misericordia degli dei. Ma la piuma è per tutti la stessa? Quanto peserebbe la piuma assegnata a me?
“O mio cuore per il quale esisto sulla terra. Non sorgere contro di me a testimonio. Non creare opposizione contro di me tra i Giudici. Non essere contro di me innanzi agli Dei. Non essere pesante contro di me innanzi al Grande Signore dell’Amenti… Salute a voi o dei potenti per i vostri scettri… Io mi sono unito alla terra e sono giunto nella parte più profonda del cielo… Io non sono morto e sono uno spirito glorificato per l’eternità”
(dal Libro dei morti degli antichi egizi -il papiro di Torino)
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi
© Marco Tanfi

CREDITS

ph: Marco Tanfi

2 thoughts on ““Psicostasia” di Marco Tanfi”

Rispondi a Alessandro Zocchi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *